fbpx
Home | Comunicato Stampa | Reggio Emilia, Frecciarossa in perenne ritardo da quando deve partire dalla città del ministro Boschi

Reggio Emilia, Frecciarossa in perenne ritardo da quando deve partire dalla città del ministro Boschi

boschi_1Sbarca in Regione il caso dei continui ritardi del treno Frecciarossa che collega Reggio Emilia a Milano. Gianluca Sassi e Andrea Bertani, rispettivamente capogruppo e consigliere regionale del M5S, hanno presentato una interrogazione per chiedere alla Giunta di verificare le cause che hanno portato il treno AV Frecciarossa 9500 ad accumulare ritardi quotidiani, tanto da suscitare le proteste dei pendolari che da Reggio Emilia vanno a Milano per studio e per lavoro.

“Quello che fino a qualche settimana fa era un treno sempre puntuale si è improvvisamente trasformato in un generatore di ritardi – spiegano Gianluca Sassi ed Andrea Bertani – Da quando è entrato in vigore il nuovo orario di Trenitalia, ovvero dallo scorso 14 dicembre, il Frecciarossa 9500 non arriva quasi mai in orario alla stazione Mediopadana, obbligando così i tanti pendolari che facevano affidamento su questo collegamento diretto e veloce con Milano a rassegnarsi a cospicui ritardi. Guarda caso questo disservizio è cominciato proprio da quando la partenza del treno è stata spostata ad Arezzo, stazione che come tutti sanno è fuori dalla linea dell’Alta Velocità ma che è invece per qualcuno è al centro della vita politica del nostro Paese, visto che si tratta della città natale del ministro Maria Elena Boschi. Dato che questi ritardi stanno comportando delle pesanti ripercussioni sui pendolari di Reggio Emilia, e non solo, chiediamo alla Giunta e all’assessore Donini di verificare le motivazioni che hanno spinto Trenitalia ad anticipare ad Arezzo la partenza del treno. Siamo molto curiosi di sapere il perché si sia scelto di far viaggiare un treno dell’Alta Velocità su dei binari dove transitano anche treni regionali ed Intercity”.

“Se essere la città natale di un ministro significa avere assicurati collegamenti migliori, allora vorremmo suggerire alla Giunta di caldeggiare la nomina di ministri delle diverse zone dell’Emilia-Romagna che attualmente sono tagliate fuori, oltre che dalla linea dell’alta Velocità, anche da collegamenti decenti con altre città – concludono Sassi e BertaniCome succede per Ravenna, dove è necessario un viaggio di quasi 2 ore e 40 minuti per raggiungere Milano  nonostante sia distante solo 290 km contro i quasi 400 di Arezzo che adesso può contare su un collegamento diretto in sole 2 ore e 25 minuti. Quando si dice avere un ministro al posto giusto”.

Lascia un Commento

WhatsApp WhatsApp us