fbpx
Home | Comunicato Stampa | #mafiaemilia – chi denuncia cosa?

#mafiaemilia – chi denuncia cosa?

Apprendiamo da testate giornalistiche cha la ex presidente della provincia di Reggio Emilia, Sonia Masini, sarebbe stata isolata dal suo partito a causa delle sue denunce sulla presenza ed infiltrazione della  criminalità organizzata nella nostra provincia.

Nello specifico, dopo aver subito intimidazioni, la Masini si rivolse al responsabile regionale del PD, Stefano Bonaccini, attuale presidente della regione Emilia Romagna, che non le avrebbe dato spazio e appoggio a sostegno del suo operato in tal senso.

Le dichiarazioni rese dalla Presidente della Provincia di Reggio Emilia sono la chiara conferma che il PD sapeva cosa succedeva, nella provincia e nel resto della regione, in merito alla presenza della criminalità organizzata di stampo mafioso e non è vero che non se ne parlava nelle Direzioni del PD come affermava Bazzani in campagna elettorale, se ne parlava, ma a porte chiuse, i cittadini non dovevano sapere.

Noi del Movimento 5 Stelle abbiamo sempre denunciato ed esposto pubblicamente quello che accadeva portando nelle istituzioni, tramite atti, le nostre proposte, mentre le altre forze politiche hanno da sempre prima negato e poi sottostimato il fenomeno. ritenendo che vi erano forti ‘anticorpi’, in grado di contrastare le infiltrazioni mafiose, partendo dal presupposto che ammettere l’esistenza del fenomeno screditasse il territorio, senza tener conto, invece, che il silenzio avvantaggiava le organizzazioni criminali, le quali hanno approfittato del silenzio per radicarsi sul territorio, nel settore degli appalti pubblici, nel movimento terra, nell’autotrasporto, nel settore assicurativo e finanziario (vedi riciclaggio e usura).

Quindi è Bonaccini che avrebbe isolato la Masini? e per quali ragioni non si diede seguito alle segnalazioni della Masini? eppure Bonaccini afferma di avere intenzione di inasprire i controlli (non si sa bene come) ma poi si affida agli “anticorpi” della politica per impedire alle mafie di infiltrarsi …

Informo che le mafie in Emilia (e non solo) esistono e sono presenti da vent’anni, anche e grazie all’effetto del soggiorno obbligatorio per soggetti legati alle mafie, ora la denuncia fatta dagli inquirenti evidenzia l’aspetto “imprenditoriale” delle mafie nella nostra emilia, una evidenza preoccupante, anche alla luce delle inchieste in corso.

La controprova è sotto gli occhi di tutti, la poca rilevanza data al contrasto alla criminalità organizzata nel discorso programmatico del neo Presidente Bonaccini.

Siamo certi che non si sia sottovalutato il problema?

Io, Sperimao che me la cavo.

Lascia un Commento

WhatsApp WhatsApp us