fbpx
Home | Comunicato Stampa | (ER) SASSI, EX M5S: EMILIA-ROMAGNA DIVENTI PRIMA REGIONE A ZERO IMBALLAGGI MONOUSO

(ER) SASSI, EX M5S: EMILIA-ROMAGNA DIVENTI PRIMA REGIONE A ZERO IMBALLAGGI MONOUSO

“In Emilia Romagna nel 2017 la produzione totale dei rifiuti urbani è arrivata a 2 milioni 895 mila 720 tonnellate. Il 64,3% è raccolta differenziata: di questa 132.773 tonnellate di plastica. Ogni emiliano-romagnolo, in media, ha prodotto 30 chili di plastica (fonti Report Rifiuti Regione Emilia-Romagna 2018). In Europa, ogni anno vengono prodotti 25,8 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica, di cui il 60% proviene da imballaggi: un dato che sicuramente incide anche sulla produzione nostrana” introduce l’ex consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle Gian Luca Sassi.
“Un’alternativa per ridurre gli imballaggi monouso di tipo alimentare è la vendita dei prodotti sfusi, che consente a tutti di fare la spesa con i propri contenitori riutilizzabili. Anche, e sopratutto, al banco alimentare. Una soluzione adottata con successo già in Francia e in Belgio. Anche nel nostro paese è possibile, grazie ad una catena di supermercati presenti in Italia, che consente anzi invita i clienti a servirsi al banco macelleria, gastronomia e pescheria portandosi da casa i propri contenitori riutilizzabili: quelli per riporre gli alimenti in frigo, per intenderci i tupperware. Il progetto prevede che il  contenitore sarà calcolato come tara. Una volta pesato il prodotto l’etichetta con il prezzo sarà attaccata al tupperware del cliente” dichiara il consigliere Gian Luca Sassi.
“Chiedo alla Giunta se ritenga praticabile la sperimentazione di un progetto pilota sul territorio regionale, tramite apposito accordo con le aziende della distribuzione alimentare. L’Emilia-Romagna potrebbe essere la prima regione senza imballaggi monouso alimentare, un progetto ambizioso capace di fare davvero la differenza sul territorio e per l’ambiente” conclude Sassi..

WhatsApp WhatsApp us