fbpx
Home | Comunicato Stampa | COMUNICATO STAMPA – trasporto locale ancora inefficienze

COMUNICATO STAMPA – trasporto locale ancora inefficienze

Gian Luca Sassi: “Investimenti solo in cemento e autostrade, queste sono le conseguenze”.

“Da anni la Regione ha dato priorità  assoluta ai trasporti su gomma, alle auto e ai camion. Nessuna considerazione per le ferrovie, i treni e i pendolari”

I dati ufficiali parlano chiaro. Il sistema trasportistico regionale su rotaia non funziona a dovere. Questo è quanto succede in condizioni di normalità. Quando poi cade un po’ di neve e si forma un po’ di gelo, ancorché preventivati o facilmente preventivabili, come ogni anno la storia si ripete, il sistema ferroviario regionale va in tilt, eppure dovrebbe essere più sicuro e gestibile di quello su gomma.

Oggi a Guastalla non parte un locomotore e nessuno ne parla, eppure sono passati giorni dalla fase emergenziale.

I treni regionali, mediamente vecchi, non sono totalmente riscaldati. Al primo evento meteorologico averso non sono nelle condizioni di poter dare affidabilità al servizio a cui sono destinati, per non parlare della manutenzione, che ha seguito dei continui tagli, è quasi generalmente assente, mancano quelle attività svolte dagli addetti alla manutenzione, che controllavano i binari, sbloccavano gli scambi, riscaldavano i locomotori. In condizioni meteo come quelle di questi giorni queste operazioni sono fondamentali. Oggi si pensa solo all’immediato manca una seria manutenzione, mancano le attività necessarie per preparare adeguatamente un treno, soprattutto quando nevica. La situazione non cambierà finché non si prende realmente coscienza del problema della manutenzione insufficiente e della assoluta necessità di intervenire con urgenza con un piano per la sostituzione delle motrici vetuste, in attesa di un piano più approfondito sulla possibilità di realizzare vere metropolitane di superfice.

Ieri ho chiesto alla Giunta regionale con un’apposita interrogazione se non ritenga opportuno avviare una inchiesta interna per verificare le cause dei disservizi causati all’utenza da Tper, che ha annullato numerose corse di autobus e ridotto in modo significativo le corse sulle tratte ferroviarie, per sgombrare il dubbio che dietro i disservizi vi sia stato l’intento di un risparmio economico.

Appena insediato ho chiesto alla giunta regionale con un’altra interrogazione su questo tema se non ritenga opportuno dirottare gli ingenti investimenti in grandi opere (cispadana), di dubbia utilità, sul trasporto ferroviario locale che altrimenti andrà sempre più allo sbando e che invece potrebbe rappresentare un’ottima alternativa a basso costo e basso impatto ambientale per la mobilità

 

Lascia un Commento

WhatsApp WhatsApp us