Home | I Territori | Bologna | CASO ARTONI. SPADONI, SASSI (M5S): “IL 26 APRILE ARTONI, LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI E LE RSA AZIENDALI SIEDERANNO DI NUOVO AL TAVOLO DEL MINISTERO DEL LAVORO. IL M5S CONTINUERA’A VIGILIARE”.

CASO ARTONI. SPADONI, SASSI (M5S): “IL 26 APRILE ARTONI, LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI E LE RSA AZIENDALI SIEDERANNO DI NUOVO AL TAVOLO DEL MINISTERO DEL LAVORO. IL M5S CONTINUERA’A VIGILIARE”.

CASO ARTONI. SPADONI, SASSI (M5S): “IL 26 APRILE ARTONI, LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI E LE RSA AZIENDALI SIEDERANNO DI NUOVO AL TAVOLO DEL MINISTERO DEL LAVORO. FONDAMENTALE UN ACCORDO PER TUTELARE I LAVORATORI. IL M5S CONTINUERA’A VIGILIARE”.

Reggio Emilia, 12 aprile 2014- “Dopo l’incontro con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali tenutosi lo scorso 5 aprile, i rappresentanti di Artoni, le Organizzazioni Sindacali e le RSA aziendali hanno richiesto un nuovo incontro per ulteriori approfondimenti in merito allo strumento di integrazione salariale e alla loro richiesta della Cassa Integrazione Straordinaria. Il prossimo incontro è stato fissato per il 26 aprile” affermano la deputata reggiana M5S Maria Edera Spadoni e il consigliere regionale M5S Gianluca Sassi.

“In una comunicazione del 7 aprile l’Azienda ha fatto sapere sono stati sospesi non solo i pagamenti dei mesi di gennaio, febbraio e marzo, ma anche con tutta probabilità quelli di aprile. Siamo dalla parte dei lavoratori, è fondamentale che il Ministero faccia la sua parte per tutelarli” continuano i due portavoci del M5S.

In Regione, a tal proposito ho presentato un’interrogazione dove chiedevo alla Giunta e agli Assessori competenti se avessero intenzione di svolgere un ruolo attivo nei tavoli relativi alla crisi Artoni anche con forme di sostegno al reddito dei lavoratori coinvolti e di supporto alle imprese” prosegue Sassi. Anche in Parlamento ci siamo mossi presentendo un’ interrogazione a prima firma Chimienti e sottoscritta anche da me dove chiedevamo un tavolo di lavoro con il Ministero per ‘salvaguardare il mantenimento delle condizioni di lavoro di oltre 3000 lavoratori’ incalza Spadoni.

“Ci auspichiamo che in data 26 aprile verrà trovato un accordo definitivo per tutelare i lavoratori di Artoni Trasporti spa, una delle più importanti realtà italiane nel settore dei trasporti e della logistica integrata. Il M5S continuerà a monitorare” concludono i due esponenti pentastellalti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*