Home | Comunicato Stampa | Campovolo, Sassi (M5S): “Regione chiarisca i motivi del maxi finanziamento”

Campovolo, Sassi (M5S): “Regione chiarisca i motivi del maxi finanziamento”

“La Regione chiarisca i motivi che hanno portato a finanziare con 1,7 milioni di euro il progetto dell’Arena Campovolo avanzato da due soggetti privati che nulla hanno a che fare con il mondo degli spettacoli ma che hanno solo il merito di essere vicini, anzi vicinissimi, al PD”.
È quanto chiede Gianluca Sassi, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, in una interrogazione presentata alla Giunta in merito al progetto di realizzazione a Reggio Emilia dell’Arena grandi eventi Campovolo.

“La Regione, attraverso il bando per la valorizzazione del patrimonio culturale, ha deciso di finanziare questo progetto con 1,7 milioni di euro – spiega Gianluca Sassi – Un’enormità soprattutto se si prende la considerazione il particolare che si tratta di un’iniziativa privata portata avanti da una società, Aliante, il cui legame con il PD non è certo una novità e da una cooperativa il cui business principale è nel settore delle pulizie e della vigilanza. Un progetto che, vale la pena ricordarlo, avrà anche ripercussioni dal punto di vista ambientale e della viabilità tutte da verificare”.

Per questo nella sua interrogazione il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle chiede alla Giunta di chiarire i passaggi che hanno portato alla decisione di finanziare il progetto Campovolo. “Vogliamo capire le reali motivazioni che hanno portato a impegnare una montagna di soldi pubblici in questo progetto – conclude Gianluca Sassi – sperando che dietro a tutta questa storia la vicinanza dei proponenti con l’area politica della maggioranza che governa Reggio come la Regione sia solo l’ennesima e scontata coincidenza. Non vorremmo che proprio quando le feste del PD ospitate a Campovolo sembrano andare sempre peggio, si conceda lo stesso spazio a soggetti vicini per ospitare eventi che possono produrre vantaggi economici. Si sostituiscono i volontari con il business da realizzare in un’area demaniale gentilmente concessa e accompagnata da contributi pubblici”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*